Il vaso di Pandora.

giugno 26, 2012 § Lascia un commento

Il mio lavoro è una tortura.

Ok, chi mi conosce starà sicuramente pensando :”ma che cazzo stai dicendo sfigata!Se questa è una tortura ci faccio la firma,subito!”

Ma al di là di quello che pensiate tutti,ribadisco,il mio lavoro è una tortura.

Per coloro che non hanno la minima idea di che genere di lavoro così tedioso io faccia,ve lo riassumo in breve: niente. Si esatto. Non faccio assolutamente niente.Attenzione,non confondetevi, non sono la figlia di papà nullafacente che sta piantata in azienda per dare l’immagine di un’ imprenditrice di successo che in realtà si fa le unghie davanti ad un giornale di gossip mentre un nero palestrato le fa un massaggio Thai. Sono una persona normale ,con un semplice diploma che altro non ha trovato se non un lavoro in cui viene pagata (poco,molto poco) per fare nulla. Si, rispondo al telefono,faccio le fatture a fine mese,mando qualche mail e…m’imparanoio (che per altro è la cosa che mi riesce meglio da quasi 24 anni).

Eggià quasi 24 anni e non ho combinato nulla di cui essere fiera ed orgogliosa.

Per l’appunto ho un lavoro che non mi gratifica (anche se ho il titolare che tutti desidererebbero),non ho interessi,esco ma se sto a casa è uguale,sono insicura in ogni cosa che faccio,vorrei andar a vivere da sola ma non me lo posso permettere (e ora vi prego di risparmiarmi cose tipo “il lavoro bisogna cercarlo non ti bussa alla porta” ,”devi mandare curriculum a cani e porci”,perchè cari miei che ci crediate o no,l’ho fatto. Lo sto fancendo.Ogni giorno).

No,non è mia intenzione fare la vittima per far pena a qualcuno. Il mio è un semplice tentativo di spiegare quello che in una parola si potrebbe definire apatia.

Sono apatica. Non depressa. Apatica.Con tutta serenità vi dico che per me se il mondo finisse domani,non m’importerebbe un benemerito.

Dal vostro punto di vista il mio è un discorso egoista e forse lo è. Oggettivamente non ho niente che non va.Sono in buona salute,ho un tetto sopra la testa,non muoio di fame,ho entrambi i genitori che mi vogliono bene (alle volte fin troppo). Ho i classici “problemi” che hanno centinaia di migliaia di persone normali come me.

“Fa parte del gioco”.

D’accordo.

Il punto è : io non ho mai chiesto di giocare.

Oggi,ieri,l’altro ieri e quello prima ancora ci ho pensato su. Questa terribile sensazione di insoddisfazione perenne devo cercare in qualche modo di placarla e per farlo, credo ,(forse mi sbaglio) ho bisogno di un ,per me tanto temuto,cambiamento.

Si ,il cambiamento mi spaventa,solo la parola mi fa venire i brividi.

Eppure credo ci voglia proprio questo.

Ci sto pensando.

Stavolta,forse, più seriamente delle altre.

Bentornata.

Cattiva notte.

S.m.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Che cos'è?

Stai leggendo Il vaso di Pandora. su Battito Irregolare.

Meta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: